ajax loader

Lo S.Te.D., Sportello Telematico del Diportista, diverrà ben presto il punto di riferimento per chi naviga con unità da diporto in Italia.

Con il Decreto Legislativo 3 novembre 2017, n. 229 (G.U. n. 23 del 29.1.2018) si è approvata la revisione ed integrazione del decreto legislativo 18 luglio 2005, n. 171, recante codice della nautica da diporto ed attuazione della direttiva 2003/44/CE, a norma dell’articolo 6 della legge 8 luglio 2003, n. 172, in attuazione dell’articolo 1 della legge 7 ottobre 2015, n. 167.

Tra le tante novità introdotte dalla predetta riforma, che ha lo scopo di snellire la burocrazia nel settore nautico, c’è l’introduzione dello STeD, lo Sportello Telematico del Diportista che diverrà il punto di riferimento per l’utenza nautica in Italia poiché sarà lo strumento con cui ogni diportista potrà risolvere le incombenze burocratiche in maniera semplice.

Nello specifico si istituisce presso il Dipartimento Trasporti il “Sistema telematico centrale della nautica da diporto” (SISTE) e lo “Sportello Telematico del Diportista”. Il primo per raccogliere e custodire i dati delle unità, il secondo per interagire con i cittadini.

Il nuovo sistema renderà possibile ai diportisti di avvalersi, indifferentemente, di qualsiasi ufficio marittimo, motorizzazione civile o agenzia autorizzata, assicurando un’offerta di servizi organica e capillarmente distribuita sul territorio nazionale.

Lo STeD provvederà infatti al rilascio e all’aggiornamento di documenti come la licenza di navigazione, l’annotazione delle variazioni di natura tecnica, giuridica o di sicurezza, al rilascio del duplicato in caso di sottrazione e smarrimento. Lo Sportello Telematico del Diportista potrà rilasciare anche il certificato di sicurezza, il certificato di idoneità, l’autorizzazione alla navigazione temporanea e la licenza provvisoria nei casi previsti dalla legge.

Per effettuare tutte queste pratiche non sarà quindi più necessario recarsi nell’ufficio d’iscrizione o presso l’autorità che ha rilasciato i documenti della barca, ma sarà possibile rivolgersi presso una qualsiasi agenzia nautica autorizzata S.Te.D., come l’Agenzia NESW.

Il SISTE, invece, associando – fin dall’inizio della produzione o dell’importazione di una nuova unità – il numero di “telaio” e la “targa”, dà finalmente certezza alla proprietà, risolvendo uno dei problemi che hanno spinto le banche e le società finanziare a disinvestire dal leasing nautico.

Inoltre, con il nuovo sistema, le autorità di polizia potranno effettuare gran parte dei controlli di legge sulla base di un accesso telematico, circostanza oggi negata dall’impossibilità pratica di risalire dalla targa alla proprietà.

Possiamo definirla un’analogia a quello che avviene ormai da anni nel campo automobilistico con lo S.T.A., lo sportello telematico dell’automobilista.

Grazie alla riforma del codice della nautica citata in premessa, verrà introdotto anche il tanto atteso Archivio Unico delle patenti nautiche, abolendo la necessità di rivolgersi all’ufficio che ha rilasciato la patente nautica per poter effettuare anche la semplice convalida.
Ebbene sì, per chi non lo sapesse, al 2018 in Italia siamo costretti, per effettuare la convalida o modifica di dati anagrafici sulla patente nautica, a rivolgerci all’ufficio che ha rilasciato in origine il documento!
Questo significa che, se il titolare di una patente nautica rilasciata dalla Capitaneria di Porto di Palermo dopo vent’anni dal conseguimento della stessa vivesse oggi a Milano, dovrebbe rivolgersi presso l’Ufficio Marittimo del capoluogo siciliano per convalidare la propria patente nautica; cose da Medioevo!

Quindi, presso lo Sportello Telematico del Diportista, sarà possibile anche risolvere questa problematica e si spera anche di poter eseguire la visita medica presso gli Uffici STeD al fine di evitare le lunghe code a cui oggi sono sottoposti gli utenti nautici presso i servizi sanitari locali (ASL, ATS, ecc)

Non vediamo l’ora di poter annunciare ai nostri clienti di essere divenuti S.Te.D.

… e saremo sicuramente uno dei primi S.Te.D. d’Italia poiché già pronti da tempo in tutto… attendiamo con ansia i decreti attuativi alla riforma che renderanno operativo lo Sportello Telematico del Diportista e anche l’Archivio Unico delle patenti nautiche.

Per il momento, continueremo ad espletare ogni pratica nautica e auto come abbiamo sempre fatto, con professionalità e serietà al servizio dei nostri cari clienti


(Per il testo completo della Legge clicca qui)

Riforma Codice della Nautica da Diporto

 

Lascia un commento

NESW S.r.l.

Autorizzazione Scuola Nautica n° 4028/14

Autorizzazione Agenzia n° 6715/16

Ufficio Autorizzato A.N.S.

Via Teglio 9, 20158 Milano

Segreteria aperta da LUN a VEN in orario continuato dalle ore 10:00 alle ore 18:00

tel/fax: 02 83419865 - mobile: 335 296612
email: info@nesw.it - pec: nesw@legalmail.it
C.F. e P.IVA: 08443600963 - REA: MI-2026866
Cap. Soc. € 10.000,00 i.v.