ajax loader

paul_elvstrom_1960

Oggi il mondo della vela è triste per la scomparsa di  Paul Elvstrom: è morto a 88 anni, una leggenda della vela mondiale e NESW, in qualità di Scuola Vela, non poteva che rendere omaggio ad un grande velista che scrisse la storia della vela nel mondo.

La sua principale fama è dovuta a due “record olimpici”. Uno di questi, poi superato, sul numero di Olimpiadi disputate e l’altro, ancora imbattuto (seppure detenuto ex aequo), per il maggior numero di medaglie d’oro consecutive nella stessa specialità.

trapezio-neswCresciuto a Copenaghen, dove iniziò ad andare in barca a vela fin dalla giovane età, rese il modo di navigare a vela accessibile a tutti, lui fu quel velista che fece capire la necessità di affrontare il vento in altra maniera, rendendo il mondo della vela più vicino a chiunque.

Infatti prima di Elvstrom, l’andare in barca a vela era un’attività esclusiva dei ricchi, tutti ben composti in barca a vela a navigare con determinati schemi. Fu lui che iniziò a navigare posizionando il proprio corpo sopravvento, non rimanendo seduto composto all’interno della barca a vela, facendo appassionare tanta gente a questo modo di navigare, rendendolo accessibile a chiunque.paul-elvstrom

Oltre ai successi olimpici Elvstrom ha conseguito vittorie in un numero impressionante di competizioni, tra le quali spiccano 15 campionati del Mondo di vela (in otto classi diverse tra cui: Soling, Star, Flying Dutchman, Snipe e Finn) e 8 Campionati Europei.

Oltre ai risultati sportivi, Elvstrom ha portato un contributo alla vela sia in termini di innovazione del regolamento di regata, che di innovazione tecnologica nell’equipaggiamento delle barche (estrattori Elvstrom) e nell’abbigliamento dei velisti. È il progettista della imbarcazione Trapez.

Una curiosità, nelle sue ultime due apparizioni olimpiche gareggiò nella classe Tornado assieme alla figlia Trinne. Anche questo è un piccolo record, in quanto si tratta dell’unica coppia padre/figlia ad aver preso parte ai Giochi olimpici. Nel 1996 è stato nominato “Sportivo danese del secolo”.

elvtrom

Fino al 1996 Elvstrøm con Durward Knowles, Hubert Raudaschl, Piero e Raimondo D’Inzeo e (i primi due velisti e i D’Inzeo cavalieri), con otto partecipazioni erano gli atleti con il maggior numero di partecipazioni olimpiche. Elvstrøm in particolare gareggiò a Londra 1948, Helsinki 1952, Melbourne 1956, Roma 1960, Città del Messico 1968, Monaco di Baviera 1972, Los Angeles 1984 e Seoul 1988. Se non avesse saltato per vari motivi le edizioni del 1964, 1976 e 1980, avrebbe potuto raggiungere l’incredibile quota di 11 partecipazioni in 40 anni di carriera olimpica. Nel 1996 Hubert Raudaschl, anche’egli velista, di nazionalità austriaca, superò questo record partecipando (ad Atlanta) ai giochi per la nona volta.

L’altro record, che detiene assieme a Carl Lewis e Al Oerter, consiste nell’essere riuscito a vincere un oro olimpico individuale in quattro edizioni consecutive (dal 1948 al 1960), la prima nella classe Firefly e le altre nella classe Finn. Tuttavia il particolare del cambio di classe velica (la classe finn fu introdotta nel 1950) rende gli americani Oerter (lancio del disco) e Lewis (salto in lungo) gli unici ad aver conquistato 4 ori olimpici consecutivi nella stessa specialità.

Caro Paul, grazie per esserti dedicato a questo fantastico mondo e averci donato una sapienza tale da permetterci di navigare a vela nel migliore dei modi, ti auguriamo di veleggiare all’infinito

Buon Vento!

Lascia un commento

NESW S.r.l.

Autorizzazione Scuola Nautica n° 4028/14

Autorizzazione Agenzia n° 6715/16

Ufficio Autorizzato A.N.S.

Via Teglio 9, 20158 Milano

Segreteria aperta da LUN a VEN in orario continuato dalle ore 10:00 alle ore 18:00

tel/fax: 02 83419865 - mobile: 335 296612
email: info@nesw.it - pec: nesw@legalmail.it
C.F. e P.IVA: 08443600963 - REA: MI-2026866
Cap. Soc. € 10.000,00 i.v.